Perché Alkemix

/Perché Alkemix
Perché Alkemix2018-03-26T21:37:25+02:00

Ecco perché Alkemix® funziona davvero

La testimonianza autentica di Laura

Questa è una storia vera.

Non è semplicemente la storia di un incidente. E’ molto di più.

E’ la mia storia. Ed è, soprattutto, il motivo per cui oggi ho scelto di commercializzare Alkemix.

Voglio condividerla con te se avrai voglia di conoscerla.

Mi chiamo Laura e devi sapere che nel 2017 sono stata vittima di un incidente domestico. Sai, quando compi quelle azioni quasi quotidiane a cui non fai nemmeno più caso.

Banali, forse. Fatto sta che a causa di questo incidente domestico ho subito ustioni di terzo grado sul 40% del mio corpo.

In pratica la pelle delle mie gambe,di un braccio e di una mano sono state letteralmente carbonizzate. Un dolore lancinante, inimmaginabile.

Lo staff medico che mi ha preso in cura ha dovuto  sottopormi a ben 3 interventi chirurgici finalizzati ad una serie di innesti nei punti in cui la pelle non era più recuperabile.

Nelle restanti parti bruciate ho dovuto eseguire una dolorosa medicazione quotidiana per mesi con pomate all’argento per rimarginare le piaghe da cui fuoriusciva una notevole quantità di essudato che mi causava dolore e irritazioni.

Non è finita qui…

Una volta guarite le ferite guaribili dovevo ricominciare a camminare, fare le scale o scenderle. Imparare di nuovi questi piccoli gesti che diamo per scontati ma che, ti assicuro, sono dei traguardi per chi – come me – faceva fatica anche solo a stare seduta senza urlare e piangere.

La fase di riabilitazione non è stata semplice. Non mangiavo e lo staff medico mi rimproverava  ogni giorno, sia per il mio rifiuto verso il cibo che, soprattutto, per il mio totale rifiuto di assumere liquidi, cosa invece essenziale  per chi, come me, ne aveva persi parecchi.

Proprio non ce la facevo, pur sapendo che bere e mangiare erano decisivi per il mio recupero.

Così (ti confesso, con un notevole sforzo di volontà) ho pensato di assumere Alkemix®. E non l’ho fatto certo perché si trattava del prodotto che commercializzavo, come puoi immaginare non era proprio la situazione… Piuttosto perché pensavo e speravo che potesse aiutarmi.

Non avevo molta scelta, se volevo guarire dovevo tornare a bere. E a mangiare. Ne assumevo 3 compresse al giorno,alla mattina.

Voglio dirti che dopo soli 2 giorni dall’inizio della “mia terapia” ho cominciato a ritrovare il desiderio di bere in modo naturale. L’alchechengi, ricco di vitamina C, mi stimolava naturalmente la diuresi, contribuendo in modo totalmente naturale anche alla eliminazione di tutte quelle tossine accumulate con l’assunzione prolungata di antibiotici per scongiurare i pericoli di infezione dopo l’incidente. Ho dovuto prendere 168 compresse di antibiotici in soli due mesi!

Non sono “rinata” grazie ad Alkemix, ma ho ricominciato a vivere grazie alla mia forza di volontà e all’aiuto di tutte le persone che mi sono state vicine.

Però questo piccolo grande integratore alimentare mi ha aiutato davvero in un momento delicato come quello della riabilitazione. Mi ha restituito davvero la voglia di bere quando avevo perso quasi tutte le speranze. E perciò posso dire che, in qualche modo, mi ha ridato anche fiducia.

Ma il punto è che l’ho provato e posso assicurarti che funziona davvero. Non te lo dico perché sono tra i soci fondatori di Eunike, la società che sviluppa e commercializza il brand Alkemix. Non è per questo che ho voluto condividere la mia storia (delicata e piuttosto personale) con te e con tutti quelli che vorranno leggerla.

Alkemix® mi ha aiutata quando ne avevo più bisogno. Questa è la verità.

Il dolore rovescia la vita, ma può determinare il preludio di una rinascita.